Ricerca Avviata

I giovani ricordano la Shoah

Pubblicato in data: 14 gen 2024
Ultima Revisione in data: 14 gen 2024
I giovani ricordano la Shoah - Locandina
 
Ormai da tempo, il nostro liceo partecipa con grande sensibilità ed impegno alla Giornata della memoria del 27 gennaio con varie attività e proposte (progetti, eventi, mostre, iniziative, performance... ).
Lo scorso anno studentesse e studenti della sezione di arti figurative 4°B, capitanati dalla prof.ssa Anna Maria Benvenuti e con la collaborazione delle prof.sse Michela Festino e Claudia Raspugli, hanno aderito al concorso “I giovani ricordano la Shoah” con un lavoro articolato che, partendo dalla lettura e analisi del capitolo “Il viaggio” del romanzo di Primo Levi “Se questo è un uomo”, si è poi sviluppato in una marcia simbolica - condivisa anche da altre classi - che da scuola raggiungeva i fogli fossili, opera realizzata nel 2008 e posizionata in un lato della Piazza del Popolo. All'evento è seguita un’uscita didattica a Milano; le classi hanno visitato il Memoriale della Shoah e il Binario 21. In conclusione non è mancato un momento creativo: illustrare e narrare quanto visto, sentito, vissuto con trasporto emotivo e personale interpretazione.
Dalla mente e dalle mani dei nostri giovani coinvolti, capaci e attenti, sono venuti alla luce disegni evocativi di grande impatto che raccontano storie di vita, attimi di umanità, di atrocità, di disperazione. I
ragazzi hanno sentito dentro l’orrore del passato e, analizzandolo, comprendendolo e rielaborandolo con le proprie capacità ed i propri mezzi, hanno trasformato lo studio in una importante occasione di crescita civile e culturale.
Il quaderno che raccoglie le opere ha il pregio immediato di trasmettere emozioni e di manifestare come un tema così complesso possa essere affrontato in tanti modi e sviluppato con tante e diverse tecniche artistiche, garantendo la grande libertà espressiva degli studenti.
Sfogliarlo significa tenere accesa la fiaccola intergenerazionale della memoria e come recitano le parole della saggezza ebraica: “Il mondo esiste solo per il respiro dei bambini che vanno a scuola”. E’, infatti, proprio sui banchi che si forma la coscienza e la consapevolezza di una persona e si impara a confrontarsi con un mondo sempre più diverso, complesso, problematico ma anche ricco, esperienziale e occasione di infinita bellezza.
Studentesse e studenti dell’attuale 5°B hanno raggiunto -col loro entusiasmo- un significativo esito: prima sono stati selezionati, poi sono risultati vincitori del concorso. Infine sono stati premiati dal Ministero dell'Istruzione e del Merito: effettueranno un viaggio al campo di concentramento di Auschwitz che si svolgerà dal 20 al 23 gennaio 2024.