Ricerca Avviata

MAME e TAME: cerimonia inaugurale

Pubblicato in data: 27 feb 2024
Ultima Revisione in data: 27 feb 2024

Il taglio del nastro (del sindaco di Pesaro Matteo Ricci)

Grande successo per la cerimonia inaugurale delle mostre MAME (Metalli Artistici Mengaroni) e TAME (Tessuti Artistici Mengaroni) tenutasi sabato 24 febbraio presso Palazzo Perticari, sede della scuola. Le collezioni sono andate ad arricchire quella del Museo CAME (Ceramiche Artistiche Mengaroni), già presente da anni.

L’evento è stato preceduto da un incontro (che si è svolto presso l’Auditorium di Palazzo Montani-Antaldi) con esperti e professori che hanno presentato e spiegato lo sviluppo del lavoro e la sua finalità ad una platea attenta ed interessata di persone che, di seguito, hanno visitato gli impreziositi corridoi del plesso Perticari per ammirare e godere delle bellezze realizzate dai grandi maestri, artisti e talenti degli indirizzi storici della Scuola d'Arte. Studentesse e studenti le hanno accolte, soddisfacendo le loro curiosità con attente e puntuali spiegazioni.

L’esposizione testimonia lo scrupoloso lavoro compiuto, che è riuscito a riportare alla luce documenti di immenso valore artistico: intramontabili e pregiate opere d’arte e artigianato firmate da grandi nomi, che hanno reso importante la città con l'eccellenza del loro lavoro.

Consistente l’affluenza di artisti, esperti, professori, giovani, autorità e cittadini che hanno potuto apprezzare e scoprire le meraviglie “dimenticate” di gioielli, metalli, tessuti, arazzi, ceramiche, …delle illustri sezioni della Scuola d'Arte; pezzi rari che rimarranno esposti in maniera permanente negli spazi allestiti nei due corridoi di quelle che furono e che molti pesaresi ricordano ancora come "Le scuole elementari maschili e femminili Perticari". Un anello museale capace di trasmettere il merito e il significato di elaborati unici nel loro genere, risalenti al periodo che va dagli anni ‘60 alla fine degli anni ’80. Un sogno realizzato per tramandare alle nuove generazioni un bagaglio di conoscenze inestimabile, per stimolare i giovani al recupero di tecniche del passato e così sperimentare nuove soluzioni creative ed originali nel mondo dell’arredamento,  della moda, del metallo e del gioiello.

Grande l’orgoglio per quanto è stato compiuto, con l’apporto dei tanti che hanno creduto in questo progetto e che si sono spesi con energia e professionalità per realizzare questa impresa.

La speranza, se si ha ben seminato, è quella di raccogliere abbondanti frutti e far rinascere quegli straordinari laboratori, officine di idee messe in pratica, dove mente e mano sinergicamente producevano; pregio assoluto dell’antico Istituto d’Arte ed ora sfida futura per il Liceo Artistico Mengaroni.  

Molteplici le figure di esperti che hanno dedicato tempo, energia e competenza a questa complessa impresa.

L’allestimento delle opere delle sezioni Metalli e Oreficeria è stato curato dalla dott.ssa Loretta Baiocchi (ex allieva), dagli architetti Achille Paianini e Clara Tarca; quello della sezione di Tessitura è stato seguito dalla dott.ssa Mary Paolucci (ex allieva), dall'arch.Achille Paianini con la collaborazione della prof.ssa Loredana Bastianelli e di esperti esterni. Un valido supporto è stato fornito dall’Arch. Paolo Mazzanti (per il collegamento con alcuni sponsor), dai  tecnici Davide Montesi, Mirko Zenobi e Valeria Radicchi (per le applicazioni macchine in 3D), dal prof. Stanislao Biondo (per la tecnica di modellazione in 3D) con il coinvolgimento delle nostre allieve Sara Zacchilli e Frida Tutone, dalla Prof.ssa Valentina Baldelli, dalle studentesse e dagli studenti di Multimedia e Audiovisivi e dal collaboratore Mauro Passeri. Il progetto è stato fortemente promosso, desiderato e voluto dalla Dirigente Scolastica Serena Perugini.

Grazie ai docenti, alle studentesse e agli studenti che hanno accolto con grande professionalità e bravura i tanti convenuti.

Uno speciale ringraziamento per la collaborazione e compartecipazione a:

CONSIGLIO REGIONALE  ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLE  MARCHE, COMUNE DI PESARO, PESARO CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA, PROVINCIA DI PESARO E URBINO, UFFICIO VI USR MARCHE.

ARCHIVIO LORENO SGUANCI APS, ASSICURAZIONE GENERALI PESARO, ASSOGEMME, BASILI GIOIELLI,  BUCCI, CASA MUSEO GENTILETTI, CERERIA TERENZI EVELINO, CESARI & RINALDI GEMMAI, CENTRO ISOLANTE, , COUTURE JEWELLERY LORETTA BAIOCCHI, DAGO ELETTRONICA, FERRO DESIGN, FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO 1841, FONDAZIONE MEUCCIA SEVERI, GIORGI UFFICIO, KLEIN, MALERBA COLLECTION, MARY PAOLUCCI PUNTO11, ONLUS GULLIVER, NAUTILUS CARBONI, NUOVA BOTTEGA D’ARTE ORAFA, PLEXIS, RIVIERA BANCA, ROTARY CLUB PESARO ROSSINI, TWICE STUDIO BIJOUX, UNOAERRE.

 AZIENDA AGRICOLA DE LEYVA, CANTINE PISAURUM (UN GRAZIE PARTICOLARE A NICOLETTA TAGLIABRACCI).

GRAFICO FRANCOLINI CESARE.